8 settembre 1943 una data memorabile

L’8 settembre del 1943, settantadue anni fa

 

 

im000753.jpg - 72.00 Kb

im000757.jpg - 69.57 Kb

 

                                                           Nessuno come loro

A Tarvisio, alle porte della Caserma Italia,  settantadue anni fa fu scritta una delle pagine più fulgide della storia recente, quando 300 soldati del XVII Settore delle Guardie alla frontiera decisero col loro comandante Giovanni Jon di non cedere le armi ai tedeschi, ma di resistere fino all’ultimo, pur possedendo poche armi a testa. Ci furono 29 morti italiani, ore e ore di aspro combattimento subito dopo l’annuncio dell’armistizio da parte del generale Badoglio, primo esempio di vera Resistenza al nemico. Molti di più i morti tra i nemici, nemici che alla fine della battaglia, quando agli italiani non era rimasta che la resa data la sproporzione di uomini e di armi, scattarono sugli attenti riconoscendo ai nostri l’onore delle armi, senza che nessuno glielo avesse ordinato. Fu quello l’inizio della prigionia nei vari campi di concentramento, da cui non tutti fecero ritorno. Poi, con gli anni, il ritorno alla loro seconda casa, la loro seconda Patria, Tarvisio e l’inizio di un nuovo cammino, con Raduni storici di grandissima portata, tanto che Toni Russo, prima degli anni Ottanta, ne raccontò le gesta nel suo primo vero libro di storia, “Come foglie al vento” e poi in “Alle porte dell’inferno”, in varie edizioni successive, finchè tutte “quelle foglie al vento” lasciarono questa terra per ricongiungersi in paradiso. Settant’anni di Raduni e di ricorrenze, finchè, nell’oblìo generale, ( Toni Russo era rimasto solo a voler ricordare, con pochi amici e aiutanti, anche il comune se l’era defilata) anche l’8 settembre e le gesta dei soldati della Gaf sono passati nel silenzio. Ma la loro storia, le loro memorie, i loro ricordi restano e resteranno indelebili in chi li ha conosciuti, studiati, apprezzati e amati. Senza di loro, di quei 300 eroi della Caserma Italia, la Storia non sarebbe più la stessa. Grazie a loro Tarvisio e la Storia hanno appreso cosa sia la Resistenza, cosa sia l’amor patrio di cui ormai si son perse le tracce. Onore a loro, ai Soldati del XVII Settore Gaf, anche se ormai non più in mezzo a noi. Tutti uniti in un solo grande caloroso abbraccio.

 ( Da Voce della montagna dell’agosto 2015)

 tarvisio-commemorazione gaf 1-9-2013 080.jpg - 133.90 Kb

im000735.jpg - 74.67 Kb

Planina Bala

News image

Planina Bala, Terza Edizione 2011, rinnovata e ampliata Continua

La Resistenza è nata a Tarvisio

News image

Antonio Russo è l’autore italiano che ha portato alla luc... Continua

Abbonamenti e acquisto libri

Come stipulare o rinnovare l’abbonamento a Voce della Mont... Continua

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza . I cookie impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati . To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information