Due libri nuovi

                                Due nuovi libri  su Pontebba e la valle del Fella

 

 

Sono usciti in questi giorni gli ultimi libri del giornalista pontebbano Antonio Russo. Nel primo, “Storia di Pontebba e della valle del Fella dalle origini ai giorni nostri e di don Stefano Battigelli  “L’ultimo parroco di montagna”, si racconta la storia di Pontebba e della valle dalle origini ai giorni nostri ed è incentrata sulla storia del ponte tra Pontebba e Pontafel, normale confine di Stato per ben 800 anni.  A portarci per mani è proprio don Stefano attraverso i secoli che vanno dall’antica carovaniera fino al dominio di Roma, per proseguire poi con le tante invasioni barbariche, al passaggio dei Lanzichenecchi, ai vari massacri, violenze, incendi che hanno dovuto subire questi nostri territori fino alle guerre mondiali che hanno ancora una volta sconvolto le nostre genti. Martin Lutero, i tanti re e imperatori di passaggio, Silvio Pellico, le costruzioni delle nostre chiese, la ripresa generale dopo il disastro della prima guerra mondiale fino alle meravigliose interpretazioni corali di Anute Barbini, la solista di Arturo Zardini, col martirio di Giovanni Grillo e la carriola sgangherata di Teresa Zenato, dagli incidenti sulla ferrovia pontebbana fino ai cortei dei comunisti nostrani per le viuzze di San Leopoldo. Oltre al corso secolare della nostra storia, ecco la storia personale e familiare di questo prete di Tiveriacco di Majano, per oltre 70 anni sacerdote convinto lungo la valle del Fella, degno rappresentante di Dio tra di noi. Una panoramica secolare che ci farà rivivere quanto è accaduto al di qua e al di là del ponte sul rio Pontebbana per secoli e secoli.

E poi l’allegato al libro di storia di don Stefano, un libro fotografico col nostro territorio da Moggio a Cave del Predil visto dall’alto dei parapendii di Gino Kaidisch di Tarvisio, Roberto Cappellaro di Fusinatis di Pontebba e John Martina di Chiusaforte, dal titolo

 “Tra una cima e una nuvola…  la valle del Fella, una perla d’incanto ancora da scoprire”.

Nel primo quindi la storia passata fino ai giorni nostri e nel secondo, in fotografie spettacolari e a colori, il nostro territorio visto dal parapendio, quasi a volerlo conoscere meglio sotto altre prospettive, un territorio che è una perla nel vero senso del termine non da tutti conosciuto e apprezzato, un territorio che merita essere valorizzato in pieno e sviluppato, socialmente, commercialmente e soprattutto turisticamente. Questo libro è la continuazione naturale di un altro libro fotografico, a colori, di Antonio Russo, “Pontebba, il suo territorio, le sue stagioni”, un meraviglioso bigliettino da visita del nostro paese e del nostro territorio.

Questi gli ultimi due lavori letterari e storici di Toni Russo, anche se il suo fiore all’occhiello resta Planina Bala, dato alle stampe nella sua terza edizione l’anno scorso. Tra i fatti più tragici della Seconda Guerra Mondiale infatti non si può non annoverare quella dei 12 Carabinieri, che a Malga Bala, nelle vicinanze di Plezzo, in Slovenia, in quell’epoca territorio italiano, furono barbaramente massacrati a picconate dai partigiani comunisti di Tito in una sequenza impressionante, uno alla volta, dopo essere stati accaprettati con filo di ferro.  Planina Bala, edizione 2011, dopo le precedenti del 2003 e del 2005, rinnovata e ampliata di molto a seguito di nuove testimonianze e ulteriori ricerche, ne ripercorre la terribile storia.

Antonio Russo è anche l’autore italiano che ha portato alla luce il primo atto della Resistenza Italiana contro le forze tedesche, subito dopo l’Armistizio dell’8 settembre 1943, che avvenne a Tarvisio alle porte della Caserma Italia ad opera dei soldati del XVII Settore delle Guardie alla Frontiera.

Ben 29 i caduti italiani e molti di più tra le file germaniche. I tedeschi, vittoriosi, non poterono alla fine che scattare sugli attenti e tributare ai nostri l’onore delle armi. Antonio Russo, che è anche direttore di Voce della Montagna, il mensile dell’Alto Friuli di cultura, socialità, politica, sport e in genere di qualsiasi “voce” della montagna friulana, in stampa mensile ormai da trent’anni, con la Redazione principale proprio a Pontebba, con le sue ricerche e i suoi libri ben documentati, tra cui Come foglie al vento e Alle porte dell’inferno, è l’autore italiano che ha portato alla luce e alla ribalta nazionale tutte queste vicende della nostra zona.

 

 web img990.jpg - 20.70 Kb

web mg993.jpg - 17.89 Kb

web antonio russo.jpg - 27.07 Kb

 

 

Planina Bala

News image

Planina Bala, Terza Edizione 2011, rinnovata e ampliata Continua

La Resistenza è nata a Tarvisio

News image

Antonio Russo è l’autore italiano che ha portato alla luc... Continua

Abbonamenti e acquisto libri

Come stipulare o rinnovare l’abbonamento a Voce della Mont... Continua

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza . I cookie impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati . To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information