Notizie

Mai dimenticare

 

 

 

Furono decine e decine di migliaia, quasi tutti italiani, ma anche slavi oppositori del comunismo imperante di Tito, croati, tedeschi che finirono la loro vita in fondo alle foibe, enormi caverne sotterranee naturali ritrovate un po’ ovunque, sul confine italo-sloveno e soprattutto all’interno. Fu una guerra nella guerra, frutto di vendette personali, astio, odio nel vero senso della etimologia, senza alcun processo, senza alcuna possibilità di opporsi o far resistenza. A volte già morti, per lo più ancora vivi e spesso legati col filo di ferro uno all’altro, così, spinto il primo, gli altri venivano trascinati nella enorme cunicolo sfracellandosi sulle rocce. Un massacro inumano e crudele, un massacro che alcuni, logicamente di animo e di cuore di comunisti incalliti, ancora oggi si ostinano a negare, sia nel numero che nella esecuzione.  E’ vero che un quadro lo si osserva da angolature differenti, ma la realtà resta sempre la medesima. Purtroppo la scuola di partito, nel nome del comunismo incallito, fa sì che nonostante tutto qualcuno si ostini a negare l’evidenza storica e più che accertata dei fatti tremendi avvenuti tra il 1943 in poi, fino a guerra finita. Oggi li vogliamo ricordare tutti questi poveri infoibati nel nome dell’odio e del partito, senza distinzione di nascita o di divisa, perché alla Storia non è permesso dimenticare né bendarsi gli occhi. La realtà fu ed è questa e, finchè non la si ammette, inutile parlarci sopra con altri termini. Ecco in fotografia Giovanni Guarini, ex carabiniere, presidente dei carabinieri in pensione di Gorizia, sul bordo della foiba di Trnova, nel goriziano sloveno, dove fu scaraventato ancora vivo suo padre, carabiniere, giustiziato senza alcuna colpa dai partigiani slavi in combutta con alcuni colleghi italiani che chiamare traditori è ben poca cosa. In questa foiba furono sacrificati oltre 1500 innocenti che ancora oggi sono lì sotto nascosti. In foto: Giovanni Guarini sul bordo della foiba che nasconde ancora oggi i resti di suo padre e di tutti gli altri infoibati; e Toni Russo a Trnova in occasione della stesura di Planina Bala. Come ci si permette di negare ancora oggi una tale atrocità o condividerla come purtroppo fanno alcuni?

 

Piena solidarietà

 

Stiamo vivendo oggi una pagina trieste e tragica, una delle tante, di questa nostra esperienza umana e giornalistica. Al momento ben 12 i morti in Francia compresa quella del direttore del giornale satirico preso di mira da estremisti orientali, Stephan  Charbonnier, 47 anni, con numerosi suoi collaboratori di redazione. E' necessario che il mondo civile prenda una decisione in merito, all'unanimità, non possiamo vivere continuamente nella minaccia concreta di estremisti nè possiamo regalare il nostro mondo occidentale nelle loro mani. Che stiano a casa loro. Di Gesù Cristo si può dire tutto e offenderlo, in piazza che in privato. Ci certi loro personaggi non si può dire assolutamente nulla.

A tutti i nostri abbonati

 

 

A tutti i nostri abbonati, lettori e amici i migliori auguri di Buon natale e che il buon Dio non ci lasci mai soli e continui ad esserci vicino.

Novembre e dicembre da incorniciare

Due numeri di Voce della montagna assolutamente eccezionali, con ampi servizi unici e di grandissimo interesse.  Pannoloni per le mucche, come ha proposto qualche impegnatissimo europarlamentare dalla grandissima fantasia da supermercato; asfalti fatiscenti e molto pericolosi in pieno centro a Tolmezzo e non solo; grande festa a Resia per il ventennale della Sangiorgina; il grande convegno tarvisiano dei Donatori di sangue; l'arte di una sartoria specializzata a Moggio; la straordinaria festa dell'agricoltura di Resiutta; il tuffo nella prima guerra mondiale coi suoi diversi servizi in ricorrenza del primo centenario; l'anticipo della grande mostra in allestimento a Pontebba su quando il Pramollo stava all'equatore; i gravi problemi della Coopca carnica con 650 dipendenti in pericolo di stipendio e di futuro; una realizzazione museale a Lischiazze di Resia dai costi esorbitanti; tutte le domande pro o contro al sindaco di Pontebba sulla prossima venuta di extracomunitari come a Tarvisio e a Venzone; i capolavori di ingegneria e di lavori ben fatti ad opera di un gruppo di dipendenti del Servizio Forestale montano e in primo piano un capo d'eccezione, Ruggiero Bellina di Paularo, ecc. ecc. tantissimi servizi che solo gli abbonati a Voce della montagna possono seguire a casa propria.

.

In gennaio prenderà il via a Pontebba una grandissima mostra su quando il Pramollo stava all'equatore: anima della mostra Romanino Azzola, un grandissimo ricercatore

Tutto quello che avreste voluto o volete sapere del perchè anche a Pontebba in primavera arriveranno gli extracomunitari

 

Gianni Sciasia, carabiniere di Ugovizza ( in foto col suo amico Marco Piroli) sta per appendere al chiodo la divisa dell'Arma...

 

I nostri fiumi sono stracolmi di tronchi alla deriva pronti a creare nuovi sbarramenti e di conseguenza nuovi drammi alla gente e al suo territorio...

 

 

Un centro polifunzionante è stato inaugurato a Lischiazze, molte le polemiche sulla sua spesa...

Ecco Ruggiero Bellina, del Servizio Forestale montano con una delle sue ultime realizzazioni lungo l'Aupa

 

Oltre 650 dipendenti rischiano il proprio posto di lavoro

 

 

Alcuni parlamentari europei molto impegnati sono arrivati a proporre pannoloni per mucche...

Eccezionale quest'anno la festa dell'agricoltura di Resiutta....

 

 

Gianfranco Sonego, uomo di spicco nel mondo degli alpini, sindaco di Dogna, dopo un nostro articolo riproducente le impressioni della gente sul suo operato, è stato duramente contestato nell'ANA di Pontebba: da qui le sue dimissioni e il suo nuovo tesseramento con gli alpini di Chiusaforte che lo hanno atteso e ricevuto a braccia aperte.

 

Eccezionale convegno a Tarvisio dei Donatori di Sangue

 

 

Straordinaria serata coi Krampus, che troveranno spazio sul prossimo numero di Voce della montagna, un mensile in stampa da oltre trent'anni, per ricevere il quale è necessario abbonarsi: appena e solo 20 euro per l'Italia e 30 per l'estero. Solo con l'abbonamento a Voce della montagna tutti potranno seguire la vita e le varie vicende della montagna friulana.

Ed ecco la VOCE di ottobre 2014

Se le poste non daranno conferma al loro tradizionale ritardo nella consegna casa per casa, nei prossimi giorni gli abbonati riceveranno il numero di ottobre di Voce della montagna, con tantissimi servizi assolutamente da non perdere, quali gli aggiornamenti sulla targa di dedicazione al papa Giovanni Paolo II in Plan dai Spadovaj, la rinascita del Coro Zardini e del Gruppo Cisilutis, sulla grande festa della mela di Tolmezzo, sull’alpino principe della piazza Dante, sulla grandiosa festa degli alpini e degli artiglieri, dei diversamente abili, sul teleriscaldamento di Cave, sulla prima guerra mondiale,  sul cinghiale, sulle 80 candeline di Licia Dessi, la signora di Pietatagliata che al 29 agosto 2003 era rimasta solo con le chiavi di casa in tasca, sulla mitica Paola Zearo di Moggio, su Davide e Andrea di Graben ecc. ecc. Un mensile assolutamente da non perdere. Gli abbonati lo riceveranno alle proprie case, i non abbonati possono a trovarlo a Moggio in edicola, a Tarvisio dalla fioraia di Tarvisio basso, Giovanna Maggioni, a Pontebba presso la Redazione di Voce della montagna, nello studio di Elio Vuerich di fronte alle poste e nella pulitura a secco di Nadia in Via Mazzini.

 

img723.jpg - 25.05 Kb

Planina Bala

News image

Planina Bala, Terza Edizione 2011, rinnovata e ampliata Continua

La Resistenza è nata a Tarvisio

News image

Antonio Russo è l’autore italiano che ha portato alla luc... Continua

Abbonamenti e acquisto libri

Come stipulare o rinnovare l’abbonamento a Voce della Mont... Continua

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza . I cookie impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati . To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information