Notizie

Serata corale per il settantesimo di Malga Bala

Coro dell'Università della Terza Età, diretto dal maestro Antonio Russo 

Bachmann Choir di Tarvisio, diretto dal maestro Alberto Busettini

Suonatori del corno da caccia della Valcanale

Ottetto Lussari di Ugovizza, diretto dalla maestra Anna Missoni

Coro della Sezione Associazione Nazionale Carabinieri di Trieste, diretti dal maestro Lucio Verzier

 

Tra i tanti canti, il Coro dell'UTE della Carnia presenterà, per l'occasione, il canto inedito Malga Bala

                                       Malga Bala

di Antonio Russo

 

Era il marzo del ’44:

freddo, neve e vento forte.

Catturati a Bretto,

avvelenati a Logje.

Dodici Carabinieri del Tricolore

prigionieri dei titini,

in marcia di morte

verso la Bala,

la Malga Bala.

Uno alla volta…

Dio del cielo, Padre: perdona!

 

La serata si svolgerà a Tarvisio, in chiesa, con inizio alle ore 18. Presenterà la dottoressa Antonella Russo.

In attesa del 70 di Malga Bala

Francescon Franzan, di Isola Vicentina, (Vicenza), nipote diretto di Attilio Franzan, dei 12 Carabinieri di Malga Bala: fu lui anni e anni fa a salvare la Pietà a Roma dal martello di un assalitore polacco che vi era avventato sopra durante una messa solenne di Papa Paolo VI. Nella Voce della montagna di marzo 2014 tutta la storia.

L'ex giudice di pace Antonio Traverso si dichiara estraneo a tutte le accuse rivoltegli e aspetta il momento per passare al contrattacco...

La dottoressa Glorietta Iseppi Pillini è stata riconfermata  all'unanimità presidente dell'Università della Terza Età della Carnia..

http://www.vocedellamontagna.it/images/stories/img_0521.jpg

http://www.vocedellamontagna.it/images/stories/gambardella.jpg

L'ing. Gambardella, colui che voleva realizzare a San Leopoldo una mega centrale a biomasse è stato prosciolto dall'accusa di falso....

Un incalcolabile olocausto

 

Tra la fine del 2010 e i primi del 2011, in fase di preparazione della stampa della terza edizione di Planina Bala, sulla strage dei 12 Carabinieri Martiri, sono stato con alcuni amici, tra cui il presidente dell’Associazione Carabinieri di Gorizia Giovanni Guarini, sulla foiba di Tarnova, a Nova Gorica. Ne avevo visitate di altre di foibe negli anni passati, ma quella vista in quel giorno piovoso mi è rimasto impresso come non avrei mai immaginato. Lì dentro ancora decine e decine di Martiri, tra carabinieri, domobranzi, gente comune, alpini, poliziotti ecc. Molti senza nome, tanti altri con identità ben conosciuta. La loro colpa era stata di essere italiani o nemici del sistema comunista di Tito e dei suoi accoliti. Perfino il papà  del Guarini, ancora e per sempre lì in fondo. Ecco, le foibe! Oggi, 10 febbraio 2014, giornata del ricordo di tutte quelle migliaia e migliaia di povera gente, di soldati, di avversari di Tito e del comunismo slavo, rei di essere italiani. E pensare che c’è ancora gente che non riconosce questi misfatti, gente che continua a predicare, anche in TV italiane, che non è assolutamente vera la strage nelle foibe, si tratta di pura invenzione giornalistica. Come la strage di Malga Bala sui 12 Carabinieri Italiani, frutto di pura fantasia di chi firma anche questo intervento, secondo quelle menti acute di giornalisti triestini, slavi nel cuore e nella mente, ma italiani, purtroppo, a tutti gli effetti. Che se ne tornino là dove vive il loro cuore, anziché continuare a prendere lo stipendio in Italia e a farsi ospitare perfino in trasmissioni sulle reti italiane pagate obbligatoriamente da noi contribuenti. Ricordo, anni fa, a Tarvisio viveva un ex sloveno, ormai tarvisiano a tutti gli effetti, che era venuto in Italia dopo la guerra con suo padre, mentre sua madre e altri suoi fratelli erano rimasti ad Aidussina. Dei tre fratelli “slavi”, uno si era schierato in guerra coi Domobranzi, collaboratori dei tedeschi e gli altri due coi titini. Ebbene, i due titini avevano infoibato il fratello traditore, ancora vivo, mentre il loro padre con l’altro fratello minore era riuscito a scappare in Italia e a trovare nuova vita a Tarvisio. Anni e anni dopo la fine della guerra, il papà ha voluto far ritorno ad Aidussina, dal resto della famiglia. Non è più tornato a Tarvisio, in quanto i due figli  già “titini” avevano portato a termine la loro vendetta freddandolo a una curva: non avevano ancora dimenticato l’odio politico di quei terribili periodi dal 1943 al 1947. Migliaia e migliaia gli infoibati nei tanti cunicoli delle foibe nel nome di Tito e del comunismo slavo. Morti tra morti, senza dimenticare i milioni sacrificati da Stalin e compagni in Unione Sovietica;  l’incalcolabile olocausto della Shoah; i morti del nome del Fascismo e del Nazismo e via dicendo, in ogni angolo della terra e in ogni epoca del tempo. Ricordiamoli tutti questi Martiri, innocenti o colpevoli,  ma tutti figli di uno stesso Padre, tutti fratelli sotto lo stesso cielo, nella speranza che il buon Dio, il più grande coltivatore e consumatore di camomilla, possa continuare ad aver pazienza, tanta pazienza nei nostri riguardi!

 

 

Tra i tantissimi servizi

Ed eccoci a febbraio 2014

Una tre giorni eccezionale a Tarvisio per commemorare il martirio di 12 Carabinieri massacrati dai partigiani titini a Malga Bala perché italiani: domenica sera 23 marzo imperdibile serata corale coi gruppi Bachmann di Tarvisio, Ottetto Femminile della Val Canale, Coro UTE della Carnia, Suonatori di corno e Coro ANC di Trieste - Mostra storica alla torre medioevale sui 12 Martiri di Malga Bala - Incontri culturali e proiezioni di filmati al Centro culturale con le scolaresche tarvisiane e infine martedì 25 marzo solenne cerimonia in chiesa con la partecipazione eccezionale del comandante dell'Arma dei carabinieri, gen. Leonardo Gallitelli.

 

Servizio eccezionale di Voce della montagna sulla Casa delle Farfalle e suo ideatore e fondatore Enore Picco accusato di aver dimenticato il proprio paese...

 

 

Dicono che tanti pensionati passano il tempi solo in bar o per strada.... Antonino Alongi ci dimostra il contrario

Fine di un'epoca a Pontebba con Renza e Guerrino Macor che ringraziano i loro clienti dopo anni e anni di intensa attività sociale e commerciale...

 

 

Voce della montagna ha dato inizio a una serie di grandi articoli di Eugenia Monego Ceiner sull'anniversario della prima guerra mondiale...da non perdere.

 

Voce della montagna scende in campo per aiutare i difensori del lago di Cavazzo...

 

Il dottor Enrico Vigevani ci traccia un bilancio su un anno appena conclusosi sull'Oncologia sull'Alto Friuli...

 

Ancora podi e trionfi per gli atleti del Judo Club Tolmezzo...

 

 

Tutto quello che bisogna sapere sulle linci...

Indimenticabile festa dell'agricoltura a Resiutta...

Un eccezionale calendario è stato realizzato per i soci e i pescatori dell'A.P.S. di Resiutta

Anche quest'anno incontro sociale da prima pagine per gli oltre duecento pescatori con le loro famiglie che si sono ritrovati a Gemona per il pranzo sociale di inverno, prima dell'inizio di una nuova stagione...

 

E tanti, tanti altri servizi su Voce della montagna di febbraio 2014, un mensile da non perdere che si riceve solo per abbonamento postale: 20 euro per l'Italia e 30 per l'estero.

 

Nonostante tutto

Ed eccoci a gennaio 2014, con una ripartenza un po' a rilento a causa del periodo festivo del personale della tipografia. Tanti i servizi da non perdere, solo di alcuni ne accenniamo qui sul sito; è opportuno che gli appassionati si affrettino a rinnovare o a stipulare il proprio abbonamento a Voce della montagna: solo così infatti il giornale giungerà interamente e direttamente all'indirizzo desiderato. Abbiamo fiducia nei nostri lettori e nei nostri abbonati. Voce della montagna infatti entra con questo numero nel suo trentunesimo anno di vita e questo senza mai contributi o aiuti di politici o di enti pubblici e privati. Siamo stati sempre liberi e tali vogliamo rimanere, l'importante che i nostri lettori ci diano una mano coi loro abbonamenti.

In prima pagina ecco la storia di Primo Paoli, il carabiniere che si è salvato dalla strage di Malga Bala solo perché febbricitante, una storia straordinaria, da leggere a 70 anni dall'avvenimento su a Malga Bala, a pochi chilometri da Cave del Predil.

 

La Pontebbana è ancora ristretta lungo l'arco tra Pietratagliata e il Ponte di Muro a seguito dell'incendio dell'estate scorsa, strada interrotta perché.... i soldi sono finiti: la solita barzelletta all'italiana, nonostante le promesse della Serracchiani in pubblico a Pontebba, come del resto la messa in sicurezza del territorio per evitare ulteriori alluvioni....

I ragazzi del Paschini di Tolmezzo in cattedra....

Ed ecco ... la fine di un mito, a Pontebba, col Guerrino Macor e sua moglie Renza in pensione...

Il CAI col suo presidente Gabriele Vuerich col suo nutrito programma del 2014....

Alex e i suoi di casa, a Moggio, "Al Capriccio", un ristorante-pizzeria all'avanguardia....

Gli atleti del Judo Club di Tolmezzo da un podio all'altro...

Ancora un ricordo dell'indimenticabile maestro Dario di Ovaro...

Grande festa dei donatori di sangue a Chiusaforte....

Da uno stavolo all'altro nel Resiano...

Festa di compleanno a Sutrio.... da non dimenticare

Cinquantesimo e sessantesimo di matrimonio nel coro dell'UTE della Carnia, due grandissime feste alla chiesa dei salesiani di don Bosco....

 

E tanti, tanti altri servizi e articoli per i nostri lettori e abbonati fedeli....

Si ringrazia in anticipo quanti stipuleranno o rinnoveranno con urgenza il proprio abbonamento a Voce della montagna.

Planina Bala

News image

Planina Bala, Terza Edizione 2011, rinnovata e ampliata Continua

La Resistenza è nata a Tarvisio

News image

Antonio Russo è l’autore italiano che ha portato alla luc... Continua

Abbonamenti e acquisto libri

Come stipulare o rinnovare l’abbonamento a Voce della Mont... Continua

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza . I cookie impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati . To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information